specialita tipiche del Molise IHR
Mag 09 2016

Specialità tipiche del Molise

LA CUCINA TIPICA DEL MOLISE: UNA GRANDE TRADIZIONE IN UNA PICCOLA REGIONE

La cucina tipica del Molise è una cucina casalinga dalle antiche tradizioni, legate ai ritmi e ai sapori della semplice vita di campagna.

Uno dei vanti culinari del Molise è la pasta, fatta rigorosamente in casa dalle mani esperte e veloci delle massaie. I crioli, ad esempio, sono una pasta all’uovo simile agli spaghetti alla chitarra, ma leggermente più spessi, che di solito vengono accompagnati da un gustoso condimento a base di noci tritate e baccalà lessato, mentre le taccozze sono un tipo di pasta preparata solo con acqua e farina, dalla caratteristica forma romboidale. Ideali per scaldarsi durante le cene invernali, vengono cucinate con fagioli cotti come da tradizione in un tegame di terracotta, insieme a golosi tocchetti di pancetta o di lardo e un pizzico di peperoncino.

Nelle fascadielle, invece, l’ingrediente principale è la polenta, che viene alternata a strati di sugo e abbondanti spolverate di formaggio grattugiato.

Per quanto riguarda i secondi piatti, sono tante le ricette sia a base di carne, tipiche dell’entroterra, sia a base di pesce fresco, caratteristiche delle zone costiere della regione.

Nei larduocchi di maiale, un piatto tipico della tradizione contadina, il guanciale viene tagliato a pezzettini e cotto in un paiolo di rame, per poi essere accompagnato da peperoni sottaceto, mentre la zuppa di trippa alla molisana è una specialità a base di trippa cucinata insieme a lardo, pomodori pelati, pepe, peperoncino e pecorino. Per rendere questo piatto ancora più ricco, alcune varianti prevedono anche l’aggiunta di fagioli o ceci.

La checcetta, invece, è un piatto rustico a base di testine di agnello o capretto, cotte in forno e ricoperte da un condimento composto da mollica, aglio e prezzemolo tritati.

Tipici secondi piatti di mare sono gli “scampi ubriachi” (cioè scampi rosolati in un tegame con cipolla, basilico, prezzemolo, peperoni e olio e poi sfumati con un bicchierino di cognac) e le “triglie alla ‘ngorda”, (triglie farcite di mollica di pane raffermo, olio, aglio, prezzemolo e peperoncino, e poi cotte in forno. Il ripieno deve essere preparato con almeno un paio d’ore di anticipo in modo che i sapori si amalgamino bene).

Tanti sono anche i secondi piatti in cui predominano gli ortaggi, come ad esempio il pancotto con verdure campestri, un piatto dalla lenta cottura a base di pane raffermo mescolato a verdure di stagione.

Come in tutte le cucine del Sud Italia, anche in quella molisana non potevano mancare golosi dolci tipici.

I cauciuni sono dei ravioli dolci farciti con un ripieno di pasta di ceci, fritti e poi spolverati con zucchero a velo. Sono tipici delle feste natalizie e del periodo di carnevale, come anche i caragnoli, delle frittelle che vengono cosparse di miele. I caggiunitti, invece, sono delle deliziose ciambelle ripiene di un impasto a base di castagne, cioccolato e mandorle, mentre le peccellate sono dei panzerotti dolci ripieni di marmellata o mosto cotto.

Commenta questo articolo

La tua mail non viene pubblicata