specialita-tipiche-del-friuli-venezia-giulia-IHR
Mag 09 2016

Specialità tipiche del Friuli Venezia Giulia

LA CUCINA TIPICA DEL FRIULI VENEZIA GIULIA: CUCINA DI CONFINE

La cucina tipica del Friuli Venezia Giulia è ricca di sfumature aromatiche, frutto della forte influenza lasciata dalle diverse culture che hanno abitato la regione nel corso dei secoli. Questa commistione di tradizioni ha creato ricette speziate dai sapori decisi, in cui dolce e salato convivono dando vita a specialità gastronomiche uniche.

Piatto tipico friulano per eccellenza sono i cjarsons, una pasta ripiena di ricotta, uva passa, prezzemolo, pangrattato e cannella, poi condita con burro fuso e ricotta affumicata. In realtà ne esistono numerose varianti e ogni famiglia ha la sua ricetta  tradizionale: in alcune è previsto anche l’uso del cioccolato!

La gastronomia del Friuli Venezia Giulia vanta inoltre un’antica tradizione di zuppe e minestre. La jota, ad esempio, è una sostanziosa minestra di crauti, fagioli, carne di maiale e patate, mentre il paparot è una zuppa densa di spinaci, farina gialla e farina di mais. Una ricetta decisamente casalinga è quella della “minestra de bisi spacai”, preparata con piselli secchi spaccati e servita con crostini di pane abbrustoliti e soffritti al burro, come anche la ricetta della “minestra de bobici”, a base di fagioli, patate, granturco e pomodori.

Tra i secondi piatti tipici, il più famoso è sicuramente il gulash, ereditato dalla tradizione ungherese: è uno stufato di carne di manzo cotto con abbondante cipolla e insaporito da erbe aromatiche (come alloro, rosmarino e maggiorana) e spezie (come la paprica).

Altri secondi piatti tradizionali sono il “muset e bruade” (un cotechino preparato prevalentemente con carne del muso di maiale accompagnato da un contorno di rape viola macerate nelle vinacce e poi cotte), il frico (formaggio fritto in padella da solo o insieme a patate o cipolle) e la porzina (un bollito misto di verdure e carne di maiale).

Nei territori della costa, invece, sono molto diffusi i brodetti di pesce, come il brodetto alla triestina, preparato con vari tipi di pesce che vengono prima infarinati e fritti e poi cotti in un largo tegame di terracotta insieme a salsa di pomodoro e vino bianco. Il brodetto viene poi servito con fette di pane abbrustolito o con fette di polenta.

Per quanto riguarda i dolci, la pasticceria del Friuli Venezia Giulia è ricca di golosità tradizionali, prima fra tutte la gubana, un pane dolce arricchito da noci, pinoli, uvetta, cioccolato, canditi, rum e cannella. La pinza, invece, è un dolce lievitato preparato con pochi e semplici ingredienti, reso ancora più gustoso da una spennellata di tuorlo d’uovo unito a zucchero a velo.

Tipiche del periodo del Carnevale sono le fritole triestine, delle frittelle preparate con cannella, rum, pinoli e uvetta e servite cosparse di zucchero a velo, mentre il presnitz è un dolce tradizionale la cui origine risale addirittura all’Ottocento, a base di pasta sfoglia farcita con un ricco ripieno di uvetta, noci, biscotti secchi, mandorle, pinoli, canditi e cioccolata.

Commenta questo articolo

La tua mail non viene pubblicata