natale-italian-home-restaurant
Dic 10 2016

Il Natale a tavola

IL NATALE A TAVOLA

Arriva dicembre e le città cominciano a riempirsi dei colori e dei profumi del Natale: luci e ghirlande abbelliscono le vetrine dei negozi, mentre nelle case cominciano a fervere i preparativi per le giornate di festa. Come addobbare la tavola, ma soprattutto cosa preparare per il cenone della Vigilia o per il pranzo di Natale?

Qualcuno vorrà cimentarsi con qualche nuova ricetta o stupire i commensali con dei piatti gourmet, ma la voglia di ricreare la magica atmosfera del Natale della nostra infanzia è sempre forte. Non ci resta quindi che affidarci alle ricette della tradizione custodite dalle nostre mamme e dalle nostre nonne.

In Italia i piatti tipici legati al Natale sono veramente numerosi, diversi da regione a regione.

Al Sud, per esempio, è tradizione aprire il Cenone della Viglia con un goloso antipasto di fritti, come le pittule, frittelle di pasta lievitata farcite con pomodori, capperi, origano e alici. Questa usanza è diffusa anche nel Lazio, dove non possono mancare fritti di broccoli, carciofi e baccalà.

In Emilia Romagna i protagonisti del menu delle feste sono sicuramente i tortellini o i cappelletti in brodo, preparati con un ripieno di carne e seguiti dal tradizionale bollito, accompagnato da gustose salsine.

In Piemonte, invece, il primo piatto della tradizione sono gli agnolotti al plin, conditi con il sugo dell’arrosto o semplicemente con burro e salvia.

Come seconda portata, da Nord a Sud il menu di Natale prevede arrosti e carni ripiene: nelle regioni del Nord si preferisce il cappone, in Abruzzo l’agnello, mentre nel Lazio non può mancare l’abbacchio al forno con contorno di patate.

Ma le ricette natalizie non sono solo a base di carne: un ingrediente molto usato nella nostra Penisola è infatti anche il capitone, preparato in umido, marinato o al forno.

Probabilmente i piatti più attesi dei pranzi e delle cene di Natale sono però i dolci, apprezzati non solo dai bambini ma anche dagli adulti più golosi: oltre ai classici panettone, pandoro e torrone, ormai immancabili nelle case degli Italiani dall’ 8 dicembre fino al giorno dell’Epifania, la tradizione gastronomica del nostro Paese offre una moltitudine di specialità natalizie dolci, come il buccellato siciliano, una ciambella farcita di frutta secca e aromatizzata con cannella e agrumi, oppure gli struffoli napoletani, delle palline dolci fritte condite con miele e confettini colorati.

Nel Centro Italia i dolci natalizi sono soprattutto pampepato e pangiallo, preparati con mandorle, noci, nocciole, miele e uvetta, e in Abruzzo troviamo anche i tradizionali bocconotti, degli scrigni di pasta frolla ripieni di marmellata o cioccolato.

Tra i dolci tradizionali più conosciuti del Nord Italia ci sono sicuramente il pandolce genovese, una sorta di panettone basso arricchito da canditi, uvetta e pinoli, e lo zelten, un dolce a base di frutta secca e canditi tipico del Trentino Alto Adige.

Commenta questo articolo

La tua mail non viene pubblicata